Cani e cibo

I cani sono noti per avere un rapporto col cibo a dir poco ossessivo.
Questo è quello che si può pensare se li si osserva con proiezioni umane. Ma se facciamo delle valutazioni più ampie, la faccenda cambia.

Il comportamento alimentare del tuo cane è un sistema complesso il cui elemento chiave è la relazione con te che sei il suo proprietario.
Hai mai sentito parlare dell’esperimento di Pavlov?
Stimolando prima con un campanello poi con una luce riuscì a indurre la salivazione in cani che prima salivavano solo alla vista di polvere di carne. Usò allo stesso tempo i due stimoli, campanello e carne, ripetendo l’esperimento 20 volte, alla fine il cane associò il suono del campanello alla carne e salivò abbondantemente anche se gli veniva data la carne.
È ciò che sta alla base di ogni tipo di addestramento o di esercizio educativo.
È importante ricordare che il cibo nei cani si lega all’istinto della caccia perciò rimangono atteggiamenti predatori anche se il proprietario fornisce cibo e acqua. Come per l’essere umano anche per il nostro cane ci possono essere però dei disturbi alimentari che vanno esposti e curati grazie alla diagnosi di medici veterinari. Non improvvisarti dottore!
Vediamone alcuni.


VUOI IL RITRATTO DEL TUO CANE O DEL TUO GATTO? CLICCA QUI SOTTO.

ritratti_animali


Se il tuo cane è nervoso ed eccitabile, è probabile che ci sia un’apporto proteico non bilanciato. Quante proteine dargli? dipende da quanto movimento fa il tuo amico a quattro zampe.
Attenzione: se alimentate il vostro cane sempre con lo stesso tipo di cibo tenderà a cercarne altro.

Lo sai che anche il tuo cane può soffrire di depressione al punto di non mangiare? Eventi stressanti, episodi traumatici, il continuo cambiare cibo possono provocare in lui atteggiamenti anoressici. Andate dal veterinario per sapere quale sarà la giusta cura.
Ma ci sono alcune cose che vanno capite.
Il tuo cane ha iniziato improvvisamente a non mangiare più o gradualmente?
Da quanto tempo non mangia?
Gli hai cambiato dieta?
La dieta è equilibrata?
Ha avuto qualche malattia? Quale?
È depresso?
Sta facendo qualche terapia?
È stressato?
Ti sta forse chiedendo attenzione?
Quanto peso ha perso?
Altri sintomi?

Se invece il tuo cane è bulimico ci sono anche qui alcune cose da valutare:
Sta prendendo dei farmaci?
Ha il diabete mellito, ha un’insufficienza pancreatica, è ipertiroideo, ha la sindrome di Cushing?
Ci sono stati episodi di anoressia?
È depresso?
È ipersensibile, iperattivo?
Ti sta chiedendo attenzione?
Se il tuo pet sgranocchia le gambe delle sedie per esempio, o mangia lana, cotone, pelle, fili, plastica, etc. sappi che:
è normale in cani giovani,
può essere una richiesta di attenzione,
ci possono essere dei problemi di relazione col proprietario,
può essere un fattore genetico,
ci può essere stato uno svezzamento precoce,
il tuo cane può essere strassato perchè magari avete appena traslocato.
Oppure si annoia.


Le stupende immagini sono dello studio fotografico Vieler.


Se si verificano fenomeni di coprofagia (ingestione volontaria delle proprie feci) notate se:
lo avete sgridato in maniera traumatica,
verificate col veterinario l’attività del pancreas esocrino o se ci sono
carenze alimentari, cercate eventuali tracce di batteri o di sangue.

Se il tuo cane è aggressivo mentre mangia
è normale per i cani che hanno più di tre mesi e non hanno assimilato la gerarchizzazione alimentare,
sono stati separati dalla madre troppo presto oppure è stato nutrito dalla stessa ciotola insieme ad altri cuccioli.
Avviene soprattuto se il cane è stato un randagio o se ha vissuto in competizione con altri suoi simili, per esempio in un allevamento, o è stato maltrattato.
Evita di avvicinarti mentre mangia, non tentare di togliergli il cibo, o di raccoglierlo da terra.
In generale il cane non deve ricevere cibo da tavola, non deve elemosinarlo.
La pappa gli va data lontano dai tuoi pasti. Non devi assistere al suo pasto e non imboccarlo.
Non gli lasciare cibo a disposizione, non avvicinarti mentre mangia, non togliergli il cibo.

Amalo e ricordati sempre che non è un bambino.