OTTO e il fuoco negli occhi

Il bassotto è un cane dal carattere molto particolare, è molto intelligente, simpatico, adatto alla compagnia dei bambini, giocherellone e bisogno di passeggiate all’aperto. Qualche tempo fa ho incontrato un giudice di gara che guardando il ritratto di Otto mi ha fatto forse uno dei più bei complimenti che abbia mai ricevuto.
Mi ha spiegato che esiste la scheda tecnica per ogni razza canina che definisce la funzione per cui ogni tipo di cane è stato selezionato, descrive esattamente quali devono essere le caratteristiche di ogni cane, le dimensioni e le proporzioni del corpo degli arti, della testa, della coda ma anche lo sguardo.
Sì perché in una gara canina lo sguardo del cane è importante, non solo in gara, io dico.


ritratto_bassotto


“Il Bassotto, denominato anche Deckel o Teckel, è conosciuto fin dal Medioevo. Dai segugi (bracken) vennero progressivamente selezionati cani particolarmente adatti alla caccia in tana. Da questi cani, ad arti corti, si fissò il bassotto, riconosciuto come una delle razze da caccia più polivalenti. Esso ottiene anche eccellenti risultati in superficie, braccando la selvaggina, scovandola, e come cane per pista di sangue. La più antica associazione per l’allevamento dei bassotti è il Deutscher Teckelklub e.V. fondata nel 1888. Il bassotto viene allevato, da decenni, in tre diverse taglie (normale, nano e Kaninchen) e in tre diversi tipi di pelo (corto, duro e lungo),”

Ebbene il bassotto secondo il disciplinare ha “il fuoco negli occhi”, la signora giudice mi ha detto:
Brava, hai colto esattamente il fuoco che il bassotto ha negli occhi, non è facile!

Io mi diverto moltissimo a ritrarre quegli occhi, quello sguardo, tutta quella comunicazione muta che passa attraverso quel cristallino.


Se anche tu vuoi un ritratto dipinto clicca qui.

Categorie

Guarda i ritratti a olio su tela di: