Il lagotto formato cinemascope

Adoro dipingere su tele di grandi dimensioni ed è questo il caso.
Questo meraviglioso lagotto ha meritato di essere ritratto in un formato davvero grande: 150×100 cm. il risultato mi ha soddisfatto moltissimo.
Lui si chiama Poldo con un meraviglioso manto pieno di infiniti ricci, uno sguardo intenso e un meraviglioso tartufo da tartufi.



Sì perché lo straordinario olfatto del lagotto romagnolo, ne fa la razza al mondo specializzata nella ricerca del tartufo. È originario delle zone paludose del sud del delta del Po. Ci sono immagini del lagotto romagnolo nella necropoli di Spina, una importante città dell’Etruria padana. Prima delle bonifiche del ‘800, in quelle zone paludose, questa razza era utilizzata per il riporto in acqua della selvaggina volatile, in inverno il pelo e il sotto pelo erano una protezione dal gelo dell’acqua. Solo in seguito è stato utilizzato per la ricerca del tartufo.
È molto fedele, va d’accordo con gli altri animali e non abbaia facilmente, ha solo il vizio di scavare qua e là.
È vivace, lo si nota dall’espressione sempre vigile e attenta a tutto.

ritratti_di-animali_da_compagnia

 

Categorie

Guarda i ritratti a olio su tela di: