Dipingi come un cane! Da oggi non è più un offesa

Non sapendo l’autore dei quadri, sarebbe molto facile pensare di essere davanti a opere contemporanee di qualche artista concettuale di avanguardia, e quando viene svelato i più rimangono basiti.

Forse Leonardo da Vinci ne sarebbe orgoglioso: Dagger un incrocio tra un Labrador e un Golden Retriever è soprannominato DogVinci, facile capire perché, difficile immaginare come un cane possa dipingere, una cosa decisamente inconsueta, che gli ha dato una grande popolarità sui social.
Dagger ha 3 anni e vive a New York insieme alla sua padrona pittrice, ha fatto un corso per diventare accompagnatore per disabili, ma la sua paura per le scale gli ha impedito di superare l’esame.

ritratti_di-animali_da_compagnia

La storia è questa: Dagger era solito sedere accanto alla sua padrona mentre lei dipingeva, attratto dai colori, più volte le ha spinto col muso il braccio.
Vivendo insieme, cane e padrone arrivano ad assomigliarsi, a volte si crea un rapporto di simulazione, simbiotico, davvero impressionante.
La sua padrona ha allora pensato che Dagger volesse dipingere, così inizialmente per gioco gli ha costruito un pennello con un’impugnatura adatta a essere presa in bocca dal cane.



Ha invitato il cane a dipingere, mettendolo davanti a una tela, e a quel punto Dagger ha iniziato a creare utilizzando la tavolozza che lei gli ha messo a disposizione, scegliendo autonomamente i colori da utilizzare.

“Sono gelosa da un certo punto di vista. Vorrei dipingere come lui perché non ha cognizione di altro. Sa solo quello che deve sapere e che il pennello deve essere dato sulla superficie” ha detto.

Le opere di DogVinci sono molto richieste (vengono vendute trai 50 e i 200 dollari l’uno e il ricavato è destinato ad una associazione che si occupa di addestrare i cani per assistere anziani e disabili). Ha raccolto più di mille dollari!


https://youtu.be/H-Y5mXghEeA