Agostino, un amore di cane

Agostino, olio su tela 50×40 cm, luglio 2015

Ho chiesto ai suoi padroni di scrivermi la sua storia. Eccola!
“Fine marzo 2002. Io e D. cerchiamo un cagnolino. Lo desideriamo maschio e cucciolo.
Dopo qualche ricerca approdiamo in una clinica veterinaria dove si trova una cagna coi suoi cuccioli e prendiamo la decisione più semplice: l’unico maschio con una grande macchia bianca in testa, facilmente riconoscibile.
Il piccolino ha una 20ina di giorni e mi sta in mano, a me che ho le mani piccole… chi l’avrebbe detto che sarebbe poi diventato quasi 30 kg!
Andiamo spesso a trovarlo per abituarlo a noi, in attesa che sia pronto per lasciare la mamma, e subito ci appare chiara la sua indole pacifica: per esempio una volta lo troviamo letteralmente seppellito sotto tutti i suoi fratelli, al caldo sotto un mucchietto di pelliccia! Sposta il primo, leva il secondo, e così via… fino a quando appare finalmente il nostro, beatamente addormentato, in pace col mondo, senza alcun pensiero brutto.
Decideremo poi di chiamarlo Agostino. A metà aprile Ago viene a casa con noi. Ricordo che pioveva e ho detto a D. che avrei guidato io perché ero convinta che il piccolo si agitasse disperato per via della separazione e avevo paura di non riuscire a gestirlo.. e invece… seduto in mano a D. con le zampette anteriori si è appoggiato al cruscotto per osservare il mondo intorno a se (o meglio… il tergicristallo che faceva destra sinistra).

Da quel momento non c’è stato un giorno in cui non ci abbia dimostrato cosa significhi vivere in armonia, felice per il solo fatto di esistere e di poter stare con le persone amate.

Ti ricorderemo per sempre anima bella, fratello.”

F. & D.

:)

Vuoi un ritratto anche tu?
CLICCA QUI

Guarda gli altri ritratti: CLICCA QUI.

Categorie

Guarda i ritratti a olio su tela di: